Spiga

Petrolio In Basilica: L’Affare del secolo

Tutto inizia nel 1988 quando in Basilicata, precisamente in Val D’Agri, viene scoperto il “Nuovo” Dio dell’era moderna “L’ORO NERO”, “Nel luogo santo della Basilicata, Viggiano, dove dal ’400 si venera la Madonna nera, patrona della regione. Si racconta in paese che i pastori fossero stati attratti dal gas che bruciava sulla cima del monte e abbiano trovato così la statua sepolta secoli prima dai monaci inseguiti dai saraceni. E’ parso coerente che l’oro nero zampillasse proprio là.” Da subito i giornali scrissero “LA BASILICATA = Il Texas d’Italia”. Era il 1998, esattamente 10 anni dopo inizia la corsa all’ORO NERO di Basilicata. Eni, Total, Esso e tante altre multinazionali si accordano con il governo locale per l’estrazione del Petrolio. Vengono promessi SOLDI, POSTI DI LAVORO e quant’altro alla popolazione locale. Dalla Val D’Agri, per il periodo 2000-2005, è prevista una produzione media di 4,8 milioni di tonnellate annue di petrolio, con il raddoppio della produzione nazionale e la copertura dell’11% del fabbisogno. Siamo Arrivati nel 2006, sono quindi passati 18 anni dal 1988, niente soldi, niente lavoro, ma solamente «Ammine aromatiche, anidride solforosa, scarti dalla lavorazione del greggio, che qui viene separato dallo zolfo e dal metano e immesso nell’oleodotto, verso la raffineria di Taranto e le navi per la Turchia. » Il petrolio ci sta, anzi, ci ha già Avvelenato. Pensate, si muore di cancro(guardate le statistiche dell’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’), almeno un caso per famiglia. Il motivo di questo Post non ha SCOPI POLITICI ma semplicemente informare la Popolazione Lucana per far sentire la nostra voce e non rimanere in buio.

Questa prefazione redatta da me ha lo scopo di collegarsi all'articolo redatto da IVAN su www.diamoinumeri.splinder.com

dove troverete in modo molto più dettagliata tutta la situzione in cui riversa la basilicata sulla questione petrolio leggete è importante. Diffondete a più persone possibili
Potente riservarvi di commentare ma leggete
Fonti: www.lagazzettadelmezzogiorno.it www.soslucania.it

23 commenti:

il pugliese

sabato 7 ottobre 2006 18:21:00 CEST

voi lucani siete tutti PASTORI. Dico qst xkè il nostro amico Piero e il ragazzo dell'altro Blo credo si kiami Ivan si sono impegnati molto per farvi conoscere qst situazione gravosa in cui riversa la Basilicata. Voi lucani invece non vi siete preoccupati neanke di ringraziare e commentare minimamente qst bel articolo. Non vi lamentate poi qnd vi dicono di essere un popolo di PASTORI!!!!!!!

Anonimo

domenica 8 ottobre 2006 10:47:00 CEST

e voi siete un popolo di LADRI

il pugliese

domenica 8 ottobre 2006 12:35:00 CEST

Noi non siamo ladri siamo stati solo più in gamba di voi e dico ciò xkè sono tanti anni che vi fate governare, a livello locale, sempre dagli stessi coglioni. ALmeno noi cambiamo un po' la destra, un po' la sinistra. E quei coglioni vi promettono qlk posto di lavoro e voi subito andate aleccare il culo. Belli si deve lavorare

Anonimo

domenica 8 ottobre 2006 19:29:00 CEST

"Sei andato a scuola?Sai contare?""Come contare?""Come contare?1,2,3,4,sai contare?""Si,so contare""Sai camminare?""So camminare""E contare e camminare insieme lo sai fare?""Si!Penso di si!""Allora forza!Conta e cammina!dai... 1,2,3,4,5,6,7,8...""Dove stiamo andando?""Forza!Conta e cammina!9... 90,91,92,93,94,95,96,97,98,99 e 100!Lo sai chi ci abita qua?A?U zù Tanu ci abita qua!!""Cento passi ci sono da casa nostra,cento passi!"
(tratto dal film "I cento passi" di M.T.Giordana)

E' nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio..
Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di Giustizia che lo portò a lottare..
Aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell'ambiente da lui poco onorato..
Si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un'ideale ti porterà dolore..
"Ma la tua vita adesso puoi cambiare solo se sei disposto a camminare, gridando forte senza aver paura
contando cento passi lungo la tua strada"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

"Noi ci dobbiamo ribellare" (dal film)

Poteva come tanti scegliere e partire, invece lui decise di restare..
Gli amici, la politica, la lotta del partito.. alle elezioni si era candidato..
Diceva da vicino li avrebbe controllati, ma poi non ebbe tempo perchè venne ammazzato..
Il nome di suo padre nella notte non è servito, gli amici disperati non l'hanno più trovato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!(x 2 volte)

Era la notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio settantotto..
La notte di via Caetani, del corpo di Aldo Moro, l'alba dei funerali di uno stato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!(x 2 volte)

"E' solo un mafioso, uno dei tanti"
"E' nostro padre" "Mio padre! La mia famiglia! Il mio paese!Io voglio fottermene!Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Io voglio urlare!" (dal film)

Tutti mafiosi siete

Anonimo

lunedì 9 ottobre 2006 15:59:00 CEST

Sinceramente credo si stia perdendo il filo del discorso. Nel mio blog ho parlato di una situazione disastrosa che è quella della Basilicata. Ho scelto questo come esempio perchè è quello più vicino a me. L'Italia per via di una cultura politica definibile come "arraffona" è piena di esempi spiacevoli quanto quello del petrolio lucano. In Puglia abbiamo (tanto per restare in tema petrolio) tutta la schiera di industrie petrolchimiche di Taranto che da anni inquinano e creano disoccupazione anzichè dare le famigerate opportunità. In Calabria (dove purtroppo c'è la mafia, quella vera) gli esempi sono altrettanto numerosi (vedi il 5° centro siderurgico di Reggio Calabria costruito oltre 30 anni fà e mai entrato in funzione). Nel resto d'Italia la situazione è ugualmente penosa. Con questo voglio esortare chi legge e lascia commenti a rendersi conto della situazione, a raccontare la sua esperienza, o a suggerire una soluzione. Noi lucani saremo pastori, ma non bisogna dimenticare che quello del pastore è un mestiere molto più rispettoso della natura di quanto lo possa essere quello di manager di una qualsiasi spa. I pugliesi NON sono tutti ladri, e nè i pugliesi, nè i lucani, e nemmeno i calabresi o i siciliani sono TUTTI mafiosi. E se qualcuno conosce uno che ruba tiri fuori le p***e e lo denunci!!!
IVAN

Anonimo

martedì 10 ottobre 2006 12:16:00 CEST

effettivamente siamo gli unici cogl..ni che non ci siamo arricchiti e sviluppati pur avendo il petrolio sotto i nostri piedi.
Inoltre perseveriamo nel farci governare a livello regionale sempre e solo dagli stessi cogl..ni che girano da una poltrona all'altra ad ogni elezione (vedi i vari bubbico,de filippo,chiurazzi ecc)sapendo che tanto vengono sempre rieletti da un popolo servile e di lecca..li e ancora più cogl..ne di loro,che almeno fanno i loro affari svendendo il petrolio che doveva essere una grande risorsa per noi lucani.
E invece niente e purtroppo sono convinto che non cambierà nulla neanche nel futuro.
alla luce di questo come si fa a dire che non siamo un popolo di pastori?(senza offesa per la categoria)

piero

martedì 10 ottobre 2006 18:18:00 CEST

d'accordissimo con l'ultimo commento. Premetto il mio non deve un commento politico xò ormai non se ne puoi più di qst gente che ci sfrutta. Basta il governo deve essere in mano al POPOLO e non in mano ai vari(chiurazzi, defilippo, Bubbico......) Bisogna cambiare....cambiare solo così il clientelismo lucano forse terminerà una volta per sempre

Ivan

mercoledì 11 ottobre 2006 18:13:00 CEST

Ritorno sul tema pastori ripetendo che quei poveracci non fanno male a nessuno! Anzi...
Per quanto riguarda i cogl..ni invece, se con questa espressione ci riferiamo ai nostri ex e attuali amministratori, diciamo che proprio coglioni non sono. Sarebbe più appropriato l'aggettivo "Stronzi" o in modo più elegante "Truffatori". Bisogna dire però che continuando ad offenderli a vuoto non concluderemo nulla. Un certo tipo di potere (si pensi ai regimi totalitari, o al potere esercitato dalla mafia, o al potere esercitato dalle corporation) si consolida laddove c'è un forte degrado economico, ma soprattutto culturale. La base del problema è l'ignoranza della gente che non viene informata sulle attività svolte dai "RAPPRESENTANTI del POPOLO nelle istituzioni". Il nostro impegno deve quindi partire da questo. L'informazione! Con un blog, con un volantino, un passaparola, una discussione a tavola con i parenti, o con qualsiasi altra forma di comunicazione. Solo così i PASTORI LUCANI possono uscire dal loro isolamento.

Anonimo

mercoledì 11 ottobre 2006 20:12:00 CEST

sono d'accordo con ivan.
era quello lo spirito del mio commento.
by quello del post sugli amministratori "cogl..ni" o "sto..zi" o "truffatori"

se

giovedì 12 ottobre 2006 11:53:00 CEST

Non voglio lasciare particolari commenti su questo argomento perchè preferisco lasciarli su diamoinumeri.
Vorrei solo capire di chi è questo geniale blog...........complimenti fa veramente schifo.
Ora spiego il perchè:
1-il COPIA-INCOLLA dai vari articoli di giornali è davvero squallido;
2-l'unica cosa che c'è del blogger è la domanda ^cosa ne pensate?^;
3-gli argomenti di attualità riferiti ai reality sono davvero pessimi;
4-se gli ex-detenuti trovano un lavoro è una cosa concretamente costruttiva........ma lo sapete che il carcere serve per la rieducazione dei detenuti e per il reinserimento nellasocietà?E se davvero interessa sappiate che la settimana scorsa all'università di Firenze si è laureato in Giurisprudenza un detenuto che deve finire di scontare la pena....fanno molto più loro di quanto facciano i normali studenti universitari;
Altro no voglio aggingere per il semplice fatto che non ne vale la pena.
Come diceva Pasolini:se qualcosa fa schifo è inutile desperarsi e cercare di criticare......basta il silenzio.
Attenzione, le mie non sono critiche, sono precisazioni.
Io seguo ilconsiglio di Pasolini................................................................................................

piero

giovedì 12 ottobre 2006 12:38:00 CEST

1. gentili visitatore accetto le tue critiche ma non le condivido affatto. Vorrei vedere se un gionro un detenuto appena scarcerato per indulto, ti puntasse un coltello alla gola. Saresti poi ancora d'accordo sull'indulto????
2. il copia incolla io ammetto che ci sia ma mi dispiace per te l'ultimo argomento è scritto da me e se vuoi te lo dimostro.
3. ti ringrazio e torna quando vuoi

Anonimo

giovedì 12 ottobre 2006 16:41:00 CEST

caro se i problemi si risolvono dalla radice.. sappiamo benissimo ke la situazione delle nostre carceri è disatrosa.. si è di certo ancora molto lontani dai valori di rieducazione e reinserimento in società (valori giustissimi tra l'altro) di cui tu parli.. dunque prima di concedere l'indulto sarebbe bene cercare di migliorare questa situzaione all sfacelo...
no alla pena di morte
ma non di certo sì alla "non-pena"!

Ivan

giovedì 12 ottobre 2006 16:46:00 CEST

Ancora una volta sento il bisogno di intromettermi nella discussione. Faccio i miei complimenti a Piero per la diplomazia, l'onestà e la gentilezza. Complimenti anche per la costanza e la coerenza con cui difende le sue opinioni (anche se sulle carceri io la penso come il misterioso e volgare visitatore del commento precedente). Invito però, ancora una volta a non perdere di vista il tema centrale e se proprio vogliamo dire stronzate non offendiamo nessuno. Per favore!

piero

giovedì 12 ottobre 2006 16:57:00 CEST

non vorrei sembrare banale al gentil visitatore cmq dall'ultimo commento che ha postato mi sembrerebbe al qnt incoerente....mi dispiace

Anonimo

giovedì 12 ottobre 2006 22:25:00 CEST

lascia perdere piero,è solo un/una idiota che entra per fare critica distruttiva...
1-lo scopo del blog è anche quello di diffondere le notizie! quindi se come traccia della discussione inserisci un articolo interessantissimo procurato tramite altre fonti non capisco cosa ci trovi di male quella t..di c..; sono le riflessioni che devono essere personali, non le informazioni!!
2-come dovrebbero essere gli argomenti di attualità riferiti ai reality per essere interessanti!?
3-se un detenuto su 1000 si laurea, non vuol dire che li dobbiamo liberare tutti, e che sono tutti vogliosi di ricominciare onestamente..quindi nn generalizziamo

ciao e abbiate fede!!!

piero

giovedì 12 ottobre 2006 23:25:00 CEST

davvero ringrazio tutti per i commenti . Ho imparato ad accettare anche le critiche xkè aiutano a crescere vi ringrazio tutti

Anonimo

domenica 15 ottobre 2006 15:31:00 CEST

l'unica protesta vera e che ha avuto un minimo di successo per i lucani riguardava le Scorie. A nessun Lucano secondo me frega niente del suo territorio

se

lunedì 16 ottobre 2006 16:47:00 CEST

Scusami Piero,se un ex detenuto,mi puntasse un coltello alla gola,sicuramente non arrivere a dire 'no all'indulto'oppure 'voglio la pena di morte per quell'uomo'.
Non capisco perche' bisogna prendere di mira i carcerati....e se un semplice uomo,che non e' mai stato dentro ti puntasse un coltello alla gola...tu cosa diresti...il copia-incolla di cui ho parlato era samplicemente per dire che non c'e' nulla di veramente tuo...ok l'ultimo l'hai scritto tu e per questo ti faccio le mie scuse.Penso di non avere altro da aggiungere...per il momento.

Anonimo

mercoledì 25 ottobre 2006 19:31:00 CEST

NON STO NEANCHE A LEGGERE TUTTI I COMMENTI DEL CAZZO.TROPPO LUNGHI E NON MI INTERESSANO.SOLO UNA COSA:
QUALCUNO DI VOI SA COME FAR CAMBIARE LE COSE?IO NON DI CERTO. E VOI NEANCHE.

piero

giovedì 26 ottobre 2006 13:42:00 CEST

no guarda noi vorremmo far cambiare le cose informando la gnete di ciò che avviene in basilicata.

l'anonima di due commenti fa..

domenica 29 ottobre 2006 14:48:00 CET

...se bastasse l'informazione questo sarebbe "IL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI"...

piero

lunedì 6 novembre 2006 12:25:00 CET

so che con l'informazione nn si può risolvere il problema e cambiare il mondo!!!!!!!! però almeno facciamo conoscere cose che molto spesso le persone non immaginano nemmeno possano accadere. Non per colpa loro ma per colpa dei media, delle istituzioni che trasmettono solo cose convenienti per loro.

il cavallaro della vasciagna

giovedì 8 febbraio 2007 17:36:00 CET

Pugliese? Ho vissuto per 10 anni a Bari e lo schifo che ho visto lì mi fa essere fiero di essere un "pastore" come la tua deficienza ti invita a dire.
Ma d'altra parte che ci si può aspettare da un popolo talmente in gamba ed intelligente da riuscire a farsi precludere lo sviluppo commerciale nel mediterraneo da dei pastori (di cavalli: cavalieri) provenienti dalla Normandia...
Complimenti: voi "greculi" (consulta l'enciclopedia se non capisci) non vi smentite mai...