Spiga

Basilicata Vendesi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

L’11 ottobre scorso, la giunta regionale della Basilicata, su iniziativa del Presidente Vito De Filippo, ha approvato i finanziamenti destinati a tre comuni della Val d’Agri. Usufruiranno dei soldi provenienti dalle royalities, i comuni di Missanello, Marsicovetere e Castelsaraceno. Le cifre sembrerebbero esose ma in realtà sono solamente spiccioli. In tutti e tre i comuni i soldi saranno investiti in opere di riqualificazione dei centri abitati. Nessuno, parla d’altro, adesso che sono arrivati i soldi. Dopo la sottoscrizione, da parte del Presidente della Regione, dell’accordo con le compagnie petrolifere (Total, Mobil e Shell), avvenuta il 22 settembre scorso, ancora una volta, non è stato alzato un dito per chiedere agli autori dei numerosi danni ambientali commessi nella Val d’Agri, di pagare le dovute sanzioni, non è intervenuto nessun organo istituzionale per denunciare la mancanza di un serio sistema di monitoraggio dell’aria e delle acque delle zone interessate. Ci si è accontentati di promesse fatte dalle corporation, ignorando che queste, da sempre e sistematicamente, non solo fanno promesse che non mantengono, ma violano sovente leggi statali e naturali, e diritti umani. A questo punto i lucani sono tutti FELICI E CONTENTI (chi sta meglio di noi in fondo?)SOLDI, LAVORO, PETROLIO…. La Shell però non è nuova nel causare danni all’ ambiente e alle persone il caso più eclatante ( a noi trasmesso )è stato in Nigeria dove sono stati intaccati i diritti fondamentali dell’UMANITA’. I suoi pozzi hanno lasciato terre sterili (un tempo fertili), palme bruciate dal petrolio e dalle piogge acide, animali domestici avvelenati, terreno costellato da distese di fanghiglia nera, fonti d’acqua contaminate, pesce scomparso dai fiumi…. Cresce il malcontento e viene fondato anche un movimento politico per la sopravvivenza del popolo Ogoni. La battaglia del movimento Ogoni viene duramente repressa con uccisioni di massa da parte governo federale. Solo in seguito ai suddetti accaduti alcune associazioni umanitarie accorreranno per la Nigeria, Amnesty International, Human Rights Watch e altri gruppi per i diritti umani. Da diversi anni, molte associazioni, chiedono alla Shell e alle altre compagnie, di effettuare operazioni di bonifica del territorio, di creare opportunità di lavoro anche per le popolazioni locali lavorare per rendere anche alla comunità nigeriana servizi essenziali e basilari come strade ed energia elettrica.

Tutto questo solo per farvi rendere conto con chi i nostri politici hanno fatto affari.

articolo preso da www.diamoinumeri.splider.com

N.B: articolo scritto solo ed esclusivamente per scopi informativi. no volantino politico

9 commenti:

DjGi

martedì 17 ottobre 2006 23:04:00 CEST

Mamma mia ke grande skifo...ma si può fare qlk cosa x poter cercare di cambiare qst situazione???

Gianluigi

piero

mercoledì 18 ottobre 2006 00:01:00 CEST

giangi non lo so sicuramente ciò che potremmo fare unendoci un po' tutti è cacciare qst politici corrotti che in basilicata riescono sempre a trovare terreno fertile

Ivan

mercoledì 18 ottobre 2006 15:49:00 CEST

a tutto c'è un rimedio. Il primo rimedio si chiama energia alternativa (energia solare, eolica, idrogeno per le auto). Il secondo rimedio si chiame mobilitazione. Mobilitazione popolare che coinvolga anche le istituzioni, ponendo fine a quel ruolo da manichini che hanno sempre ricoperto. E' un'impresa ardua. Ma, a tutto c'è un rimedio...

piero

mercoledì 18 ottobre 2006 20:38:00 CEST

sono un po' deluso in quanto spesso sono stato criticato per i commenti vuoti e paesanotti. ora che tratto argomenti un po' più impegativi il blog non lo guardate nemmeno. eppure qlc vche vi riguarda da molto vicino. cmq fate voi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo

sabato 21 ottobre 2006 11:32:00 CEST

se tu non c'avessi trattato male....

Anonimo

domenica 22 ottobre 2006 13:59:00 CEST

come siete suscettibili, preferite esentarvi da commenti relativi la vostra regione solo perche piero magari vi ha detto di usare il blog in modo diverso da come lo stavate usando,permattevi di dirvelo: crescete un po.

piero

domenica 22 ottobre 2006 14:44:00 CEST

ringrazio vivamente l'ultimo commento. in Fondo la regione non solo la mia ma è anke la vostra sta.

Anonimo

domenica 29 ottobre 2006 14:45:00 CET

c'ERA UNA VOLTA...

piero

lunedì 6 novembre 2006 12:28:00 CET

la basilicata antica terra di boschi ....