Spiga

Record d'incassi per il «Codice da Vinci»

Record assoluto per il primo giorno di programmazione in Italia realizzato, come era prevedibile, dal Codice Da Vinci. Il film di Ron Howard ha incassato 2 milioni di euro. È la cifra più alta per un primo giorno di programmazione al box office italiano. Secondo voi tutto ciò che sta in qst film, o per chi ha letto il libro, è tutto falso? o il dubbio che qlc di vero ci sia, e che la chiesa ci ha sempre mentito su tutto? Come mai sempre più gente è spinta a leggere cose contro la chiesa? A Ceccano (Fr) è stato bruciato, come annunciato nei giorni scorsi, il libro «Codice da Vinci». La manifestazione di protesta, organizzata dai consiglieri comunali Stefano Gizzi e Massimo Ruspantini, di Alleanza Nazionale e Democrazia Cristiana. Come mai allora anche esponenti politici, si sono così accaniti contro qst film e libro? Sapranno qualcosa? Può una fede millenaria essere maesa in crisi da un best seller e un thriller hollywoodiano?

5 commenti:

Anonimo

lunedì 5 giugno 2006 00:44:00 CEST

purtroppo non ho letto il libro ma sono andato a vedere il film e l'ho trovato molto avvincente;

non capisco (e mi sembra davvero patetica) la posizione ufficiale della Chiesa che è arrivata addirittura a sconsigliare la visione del film....dai!!

per un film!!!

Temono forse che il "Vangelo secondo Ron Howard" riesca a fare più seguaci della millenaria storia cristiana??

ciao uagliù _//

Anonimo

lunedì 5 giugno 2006 15:18:00 CEST

hanno paura per le loro "ricchezze"

Xabaras

venerdì 9 giugno 2006 15:48:00 CEST

Film davvero carino...il libro è un'altra cosa certo, però merita!!!
Mi piacerebbe sentire il giudizio del nostro regista in erba al riguardo....

Ciao

DjGi

domenica 11 giugno 2006 16:17:00 CEST

Onestamente io nn ho letto il libro nè ho anocra visto il film...ma è bello come si dice oppure no???

piero

mercoledì 21 giugno 2006 15:06:00 CEST

il film è bello e nn sono d'accordo assolutamente con ki ha detto che fa schifo!!!!gli unici che posso dare un minimo di giudizio sono quelli che hanno letto anche il libro come me